di René Philombé


 

- torna alla home   home
- dediche alle donne
- C. Baudelaire
- Pam Brown
- V. Cardarelli
- P. Faber
- P. Levi
- Madre T. di Calcutta
- G. Pellegrino: la luce
- René Philombé
- S. Quasimodo
- Pablo Neruda
- R. Tagore
- G. Ungaretti
- Se
- Messaggio di tenerezza
- I bambini imparano
- Per un mondo migliore
- Semina la speranza
- La vita è un dono


 
 

Aprimi fratello

di René Philombé

Ho bussato alla tua porta
ho bussato al tuo cuore
per avere un letto
per avere del fuoco
perché mai respingermi ?
Aprimi fratello !

Perché domandarmi
se sono dell’Africa
se sono dell’America
se sono dell’Asia
se sono dell’Europa ?
Aprimi fratello !

Perché domandarmi
quant’è lungo il mio naso
quant’è spessa la mia bocca
di che colore ho la pelle
che nome hanno i miei dèi ?
Aprimi fratello !

Io non sono nero
io non sono rosso
io non sono giallo
io non sono bianco
non sono altro che un uomo.
Aprimi fratello !

Aprimi la porta
aprimi il tuo cuore
perché sono un uomo
l’uomo di tutti i tempi
l’uomo di tutti i cieli
l’uomo che ti somiglia !

torna su