La primavera è ritornata

Ecco la primavera ritorna
e con lei le rondini al nido,
i fiori nel prato,
i profumi nell'aria,
il sorriso sul volto d'ognuno.
E a noi porta l'illusione
d'esser tornati fanciulli
e andare nei prati in cerca di viole
sotto il tenue sorriso del sole.
E ci porta la gioia,
la gioia più pura
quella che si prova nel contemplar
la rinnovata natura.


margherita



La Primavera

Primavera è ritornata
col vestito a più colori,
ha la testa inghirlandata
e un gran cesto di bei fiori.
Nidi e trilli lieta porta
e un festoso cinguettare:
la natura, che era morta,
si ridesta al suo passare.
Con la voce più sincera
ogni cuore ti saluta,
chiara e dolce Primavera:
- Benvenuta, benvenuta!...


margherita


La Primavera sta arrivando

Ancora non è giunta primavera
ma le margherite gialle
scendono a cascate dai dirupi
e toccano l'asfalto
e si impegolano nei fossati
Le aride spine
insieme ai fichi
dai rami neri come il carbone
le tengono a bada
e i superbi pioppi
come gendarmi
son pronti a frenare
ogni slancio che viene da terra.
Ancora non è primavera.
Ma a mazzi
le margherite irrompono
e poi si dividono
seguendo
mille percorsi diversi
infine si tuffano
insieme in un mare di giallo...
Ancora però non è primavera.
E intanto
più avanti
anche gli alberi di mandorlo
esplodono in un canto di gioia
e che importa loro?
Per loro è già primavera:
è primavera del cuore.



Specchio

Ed ecco sul tronco
si rompono gemme:
un verde più nuovo dell'erba
che il cuore riposa:
il tronco pareva già morto,
piegato sul botro.
E tutto mi sa di miracolo;
e sono quell'acqua di nube
che oggi rispecchia nei fossi
più azzurro il suo pezzo di cielo,
quel verde che spacca la scorza
che pure stanotte non c'era.

S. Quasimodo

margherita